Assistenza Droni DJI: come aprire una pratica

Assistenza DJI

Con la crescita vertiginosa del mercato dei droni consumer cresce (proporzionalmente) l’esigenza di porre rimedio ai danni causati da accidentali cadute, cattiva manutenzione e problemi software che possono verificarsi durante il ciclo di vita del mezzo.

In questo articolo vi spieghiamo, in modo semplificato, come aprire una pratica di assistenza diretta DJI.

Descrivere il problema

Se state aprendo una pratica di assistenza sicuramente avete un problema. Bene, o meglio, male! La prima cosa da fare è riuscire a descriverlo e, per farlo, bisogna provare a identificarlo.

Come si identifica il problema? 

Si procede con una diagnosi visiva e con un’indagine valutativa che consiste nel porsi le seguenti domande:

  • ho eseguito/non eseguito aggiornamenti richiesti prima che si verificasse?
  • ho eseguito/non eseguito calibrazioni richieste?
  • ho installato un nuovo componente sul mio drone?
  • il drone può aver subito importanti sollecitazioni?
  • ho utilizzato accessori non originali?
  • ho utilizzato un nuovo software di volo?

Si suppone che se avete schiantato il vostro drone contro un albero sappiate già descrivere il problema, tuttavia quelle sopra sono le domande più comuni per effettuare una diagnosi e ricondurre il problema ad una causa.

Contattare l’assistenza

Dopo aver chiaro qual è il problema e quale potrebbe essere la causa si può contattare l’assistenza. Il contatto può avvenire attraverso il sito DJI o, in alternativa, scrivendo un’email direttamente a support.eu@dji.com .

Qualsiasi strada voi scegliate questa sarà la loro richiesta:

  • Nome del prodotto
  • Codice seriale
  • Data di acquisto
  • Nome del dealer
  • Descrizione del problema
  • Foto e/o video del problema (se possibile)

Ad email inviata riceverete una risposta automatica entro breve che vi confermerà la ricezione.

Generalmente entro 24h avrete risposta. A seconda di come verrà valutato il vostro caso vi risponderanno in un modo piuttosto che in un altro, ma, in tutti i casi, lo step successivo comporterà indicare i seguenti dati:

  • Nome e Cognome:
  • Indirizzo:
    • CAP:
    • Via:
    • Città (Provincia):
    • Paese:
  • Numero di telefono:
  • E-Mail indirizzo:
  • Prodotto:
  • Problema:
  • Serial Number:
  • DJI Care (Si o No – serial number richiesto):
  • Data dell’incidente:
  • Data di acquisto/Prova di acquisto: (da allegare)
  • Partita Iva: (se disponibile)

ph4_assistenza

Quanto tempo passa prima di risolvere il problema?

Appena aprirete la pratica di assistenza verrà inviata sulla vostra email l’etichetta di reso ed il case number a voi assegnato.

Avrete 30 giorni per mandare il drone presso il centro di assistenza. Dal momento della ricezione del vostro pacco DJI impiegherà circa 25 giorni a riconsegnarvi tutto. Nei casi peggiori e di forte carico di lavoro purtroppo si arriva anche a 40 giorni.

Fasi assistenza DJI

Fasi assistenza DJI

Quando conviene aprire una pratica di assistenza presso DJI?

Non sempre conviene aprire una pratica di assistenza. Se non si è sicuri di poter usufruire della garanzia (il produttore garantisce un anno solo ed esclusivamente su difetti non imputabili all’uso prolungato o ad errori del pilota) può risultare molto dispendioso riparare il proprio drone.

Per questo motivo da settembre 2016 abbiamo attivato il nostro laboratorio attrezzato per:

  • Riparazioni su gimbal, telai, componenti elettronici.
  • Saldature su circuiti complessi SMD.
  • Sostituzione parti di ricambio.

Chiedici un preventivo per sapere quanto costa riparare il tuo drone.

Le nostre assistenze in numeri (anno 2016)

12 sostituzioni in garanzia

116 riparazioni in sede

24 riparazioni presso Dji

98% casi risolti

assistenza tecnica droni


Seguici su: Facebook | Instagram | Skypixel