/, dal mondo, Dron-e/Concluso AerItaly, il primo contest di foto aeree d’Italia

Concluso AerItaly, il primo contest di foto aeree d’Italia

Concluso il primo contest di foto aeree d’Italia

250 partecipanti da tutto lo stivale hanno reso unico il concorso organizzato da Dron-e e sponsorizzato da PolarPro.
Dopo la prima fase, i 20 finalisti sono stati sottoposti a giudizio dal collettivo artistico indipendente Masonry che ha premiato i primi tre migliori scatti.

Il vincitore porta a casa un viaggio in Europa

Il primo premio, vinto da Marco Barretta con questo splendido scatto.

Marco Barretta - Aeritaly

Stilisticamente e compositivamente ordinato, lo scatto di Marco Barretta emerge sugli altri per l’equilibrio tra delicata ricerca della composizione e la cristallizzazione dell’attimo. Il lento camminare dell’uomo, centro compositivo dello scatto, contrasta con la veemenza e la ferocia delle onde, cristallizzate, appunto, in un momento a metà tra la quiete e la furia, sospese nel tempo.
La scelta dell’inquadratura rafforza l’elemento compositivo, e si accosta alla luce tenue, calda ma decisa del sole basso, che crea interessanti intrecci di ombre.
Il risultato è uno scatto caldo, riflessivo, che lascia all’osservatore il sapore di salsedine tra i capelli e la nota di qualche poesia tra i pensieri.

Un set di filtri PolarPro al secondo classificato

Andrea Giumelli - Aeritaly

Lo scatto di Andrea Giumelli è un crescendo compositivo, dove le masse di colore sono vivacemente equilibrate tra loro. La montagna fa da madre ad un lago ghiacciato, imponendosi sullo sfondo, austera, giovane e antica allo stesso tempo. Macchie di sole sgomitano tra le vicine montagne della valle per andare a macchiare le sue rocce, creando dei piccoli riverberi che tuttavia nulla possono contro il gelo della più rigida delle stagioni.
Nella composizione cromatica spicca l’accostamento tra i verdi fulgidi dei pini e il vivace turchese delle acque che, marmorizzate nel tempo, sembrano voler richiamare la volta celeste notturna e le sue costellazioni.
Lo scatto è un mondo da esplorare, dove ogni elemento è un dettaglio in cui perdersi e dove gli uomini, piccole macchie appena distinguibili nella volta celeste, non sono che comparse nello spettacolo dell’eternità.

Un kit di accessori Dji per il terzo in classifica

Fabrizio Sina - Aeritaly

Lo scatto di Fabrizio Sina è uno scatto cinetico, quasi futurista, una composizione prospettica in cui l’osservatore può perdersi; in cui l’occhio, in caduta libera, coglie una sfumatura di colore dopo l’altra. Nell’ottima inquadratura domina l’accostamento bilanciato tra due colori freddi, dove un colore si insinua nell’altro, lasciando posto solo a meraviglia e stupore.
L’effetto è quasi lisergico, espressione aerea di un mondo nuovo, colmo di dettagli visti da una prospettiva a noi naturalmente preclusa, minuscolo e meraviglioso che si stende sotto di noi, che attende solo di essere esplorato. Lo scatto mette a nudo la sete di conoscenza dell’uomo, perché la sua arma più potente è, sin dall’alba dei tempi, la sua curiosità.

Dron-e e PolarPro connubio vincente

Le due aziende, che collaborano insieme da poco più di un mese, hanno lanciato #Aeritaly e non vogliono fermarsi qui.
Il format ormai rodato darà vita ad una serie di altri concorsi che interesseranno professionisti del settore ed altre realtà aziendali importanti.

Una vetrina illustre per i partecipanti che hanno la possibilità di farsi conoscere davanti un pubblico attento e di mostare le proprie tecniche   fotografiche e videografiche.

A presto, per ulteriori novità !


Seguici su: Facebook | Instagram | Skypixel

About the Author:

Leave A Comment